Recensioni

Recensione: ‘Adaline – L’eterna giovinezza’ – Lee Toland Krieger (2015)

tumblr_nlw8jl6khG1rhfubso1_1280

Blake Lively, già famosa per il suo ruolo in Gossip Girl

1933, Adaline Bowman, (Blake Lively) ragazza madre di 29 anni, ha un incidente e smette di invecchiare. Per non diventare una cavia da laboratorio è costretta a fuggire da tutto e da tutti, cambiando continuamente identità per il resto della sua vita. Fino a quando incontra Ellis (Michiel Huisman) e suo padre William (Harrison Ford).

Il film mostra innanzitutto come l’invecchiamento del corpo sia un limite necessario per un esistenza sana, il tutto coi toni di una favola romantica moderna. L’interruzione del processo d’invecchiamento è spiegata con un lunghissimo dialogo fuori campo, che tenta di dare un tono di realismo scientifico alla condizione fisica di Adaline, ma finisce per entrare in contrasto con l’impostazione favolistica della pellicola.

La sceneggiatura di J. Mills Goodloe e Salvador Paskowitz, è passata negli ultimi anni di mano in mano, sfiorando la regia di Gabriele Muccino e l’interpretazione di Natalie Portman.

Il semisconosciuto Lee Toland Krieger porta al cinema un film che non ha nulla di nuovo da dire, e ben poco da far vedere, i fatti scorrono sullo schermo come inerti, trascinati a forza dallo scorrere della bobina. Sembra di essere tornati a Parigi ai tempi dei cafè-chantant ottocenteschi, quando il teatro d’autore francese era in crisi, e la mise en scene diventò un pretesto per mostrare oggetti, corpi e vestiti. Il quadro in ‘Adaline – L’eterna giovinezza’ diventa una cornucopia di abiti lussuosi, corpi perfetti, vite perfette, tanto sgargianti quanto banali. Il tutto incorniciato da una recitazione rigida, priva di espressività e cinetica, una fotografia curata, ma rilucente e sfolgorante quanto il profilo Tumblr di una quattordicenne.

tumblr_nnbxrjkscZ1r2aobgo1_540

Michiel Hulsman e Blake Lively in una scena del film

I personaggi per quanto banali sono ben caratterizzati, ma non si riesce comunque ad affezionarsi ad essi, perché non sono messi davanti ad alcun reale conflitto, i problemi ci sono ma non li si affrontano, si fugge da essi. Una continua fuga ma l’inseguimento spesso non c’è, e quando c’è non si percepisce. Il risultato è una suspance inesistente e gli sbadigli abbondano.

Nonostante la storia sia centrata sull’invulnerabilità di Adaline al tempo, lo scorrere di quest’ultimo è raramente contrassegnato da eventi o segni registici, come la voce narrante fuori campo che interviene un paio di volte nel film. Lo spettatore quindi deve arrangiarsi aggrappandosi ai costumi e alle scenografie che mutano col passare dei decenni, ma spesso non sono sufficienti.

‘Adaline – L’eterna giovinezza’, ricorda in qualche modo ‘Il curioso caso di ‘Benjamin Button’ e ‘Highlander’, ma prende inconfutabilmente spunto dal romanzo di Oscar Wilde, ‘Il ritratto di Dorian Gray’ il cui adattamento del 2009 era altrettanto scadente, ma era riuscito in fin dei conti a non uccidere il tema dell’ossessione e l’inevitabilità della morte, temi che sarebbero potuti essere interessanti se rivisitati in chiave moderna, e che questa pellicola decide di ignorare totalmente.

Una trama banale non è per forza sinonimo di mediocrità, ma Adaline non ci lascia niente, né sul piano stilistico né su quello recitativo, e abbonda di difetti di scrittura. E’ una favola senza morale. Nonostante il potenziale, il paragone qualitativo con ‘50 sfumature di grigio’ viene fin troppo facile.

tumblr_nlumsqQKgf1upmi6co1_400

Standard

3 thoughts on “Recensione: ‘Adaline – L’eterna giovinezza’ – Lee Toland Krieger (2015)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...